#LeffePerNorcia la bionda limited edition che dona tutti i proventi delle vendite a Norcia.

Ci sono due cose a cui non so rinunciare: le emozioni e una buona bibita alcolica in compagnia.
Questa volta Leffe, la storica birra belga d’abbazia nata più di 770 anni fa, mi ha sorpreso ed ha realizzato uno dei più bei gesti a favore di una città italiana.
Presenta infatti #Leffepernorcia un’edizione limitata di Leffe Blonde e, una bionda come me, per ovvi motivi non poteva farsela scappare.
Norcia, che tra il terremoto del 24 agosto e quello del 26 Ottobre ha perso tutto, riceverà tutti e dico TUTTI i proventi derivati dall’acquisto di questa limited edition Leffe, per costruire una cappella in legno presso San Benedetto in Monte.
La cappella sarà una struttura antisismica accessibile a tutti i cittadini nursini e in cui i monaci potranno celebrare messa, accogliere i fedeli, dare conforto o semplicemente ascoltare chi è in difficoltà.

 #leffepernorcia leffe

Leffe Per Norcia Limited edition

 

È forse la prima volta che sento di una campagna dove non solo “una parte” viene donata per un progetto speciale e per questo ho deciso di partecipare.
In primis per la trasparenza che il brand ha deciso di regalare a noi amanti della birra e in secondo luogo perché da amante dell’Italia non potevo non aiutare in qualche modo una delle città italiane più ricche di storia come Norcia.
Vi invito a visitare il sito dedicato all’iniziativa www.leffepernorcia.it e a fare un gesto d’amore per una cittadina che ha bisogno del nostro aiuto o semplicemente per scoprire di più sul progetto!

leffe

martina

Founder of The Fashion Coffee since 2009. Italian fashion Blogger & Fashion Influencer with a big passion for american black coffee & Shoes, shoes of course. Beauty Editor for Glamour Italy. "We Should All Be Feminists"

6 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

di Martina Corradetti

FOLLOW US ON