Golden Goose, alcune curiosità su questo fashion brand

Golden Goose si lancia alla conquista del mondo del fashion: a dispetto della sua giovane età, questo brand di moda sta dimostrando di avere le carte giuste per insidiare anche gli storici colossi del settore. Non male per una realtà tutta italiana, nata nel 2000 a Marghera (Venezia) e oggi capace di vantare un fatturato da record. Vediamo dunque di approfondire le informazioni più importanti su questo marchio made in Italy.

 

Golden Goose, una realtà in rampa di lancio

Golden Goose
Da quando il fondo di investimento tricolore GDPA ha rilevato le quote di maggioranza del brand, con il successivo subentro di Carlyle, Golden Goose ha innestato il turbo. Si parla di una scalata ai vertici tutto fuorché trascurabile, partita nel 2013 e incentrata soprattutto sulle linee al femminile, che oggi rappresentano addirittura il 59% del fatturato. E proprio il fatturato rappresenta uno degli elementi più interlocutori, per comprendere il successo del marchio in questione. Ad oggi si colloca intorno ai 200 milioni di euro annui, ma le mire sono decisamente più elevate: Golden Goose punta infatti a raggiungere i 500 milioni di euro nei prossimi tre anni, senza per questo snaturare la filosofia di alta marginalità del brand. D’altronde si parla di una strategia che ha già dato parecchi frutti: vi basti pensare alle sneakers di lusso, che possono essere acquistate anche online, approfittando dei saldi sugli articoli Golden Goose presenti su siti come YOOX. Il successo di questo brand è, per l’appunto, merito delle sneakers deluxe e di altri prodotti di punta: una crescita del fatturato che, da cinque anni a questa parte, si colloca intorno al +30% annuo.

 

Le ultime curiosità su questo marchio made in Italy

 

La logica di questo brand italiano parla la lingua del lusso, dell’esclusività e dell’unicità, caratteristiche ulteriormente arricchite dalle possibilità di personalizzare i prodotti Golden Goose. Si fa riferimento al progetto Lab, che ha esordito a fine febbraio presso il negozio milanese di Via Cusani: un format che permette ai clienti che giungono nello store di customizzare le proprie sneakers, con un costo extra di 200 euro. Un’opportunità unica, considerando che gli appassionati avranno la possibilità di acquistare un paio di scarpe esclusivo realizzato su misura per ciascun cliente. Una personalizzazione che riguarda non solo tessuti e trattamenti, ma anche l’eventuale aggiunta di accessori: un’occasione preziosa per chi punta a un paio di calzature di categoria luxury. Vale poi la pena di citare un’iniziativa che ha scosso le fondamenta del mondo delle calzature: la produzione di un paio di sneakers già rovinate, con tanto di scotch legato in prossimità della punta della scarpa. Si tratta di un prodotto che ha scatenato pareri contraddittori, anche per via del suo prezzo molto elevato (intorno ai 530 euro), ma che ha piacevolmente colpito i collezionisti.

Golden Goose
Golden Goose mette in atto, dunque, un approccio ispirato all’unicità: una scelta che viene sempre più apprezzata dai consumatori.

martina

Founder of The Fashion Coffee since 2009. Italian fashion Blogger & Fashion Influencer with a big passion for american black coffee & Shoes, shoes of course. Beauty Editor for Glamour Italy. "We Should All Be Feminists"

12 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

di Martina Corradetti

FOLLOW US ON